Autocarri - T4P2012v9

Vai ai contenuti

Menu principale:

Autocarri

NORMATIVE & Leggi
Domande Frequenti:

1) E’ possibile per un privato trasformare la propria autovettura/SUV da veicolo a autocarro?

Sì, è possibile in quanto la normativa non fa riferimenti di esclusività per aziende o privati.

2) E’ possibile dedurre e detrarre il costo del veicolo ai fini aziendali ?

E’ necessario fare riferimento al Decreto Dirigenziale dell’Ufficio delle Entrate datato 6 dicembre 2006 che stabilisce un criterio per verificare matematicamente se il veicolo, una volta trasformato, dal punto di vista fiscale, è detraibile o meno.
Il DD stabilisce tre punti da verificare ed è sufficiente che almeno uno di questi non sia rispondente all’ipotesi del decreto che il bene è da considerare non strumentale all’attività.

I punti sono rilevabili dai documenti del veicolo oggetto del cambio di categoria:

• il numero dei posti del veicolo è uguale o maggiore a 4.
• il codice carrozzeria è F0
• il rapporto Potenza (kW) / Portata (t) è uguale o maggiore a 180.

3) L’autocarro ha delle limitazioni di circolazione rispetto ad una vettura?

No, basta solo in caso di controllo della Polizia dare la giusta motivazione perchè la legge dice che è sufficiente la dichiarazione da parte del conducente e non la dimostrazione. Anche nei giorni festivi vale la stessa cosa!

4) In concreto quali sono i vantaggi dell’immatricolazione autocarro?

Normalmente le aziende con la tradizionale immatricolazione “autovettura” hanno la possibilita’ di detrarre fiscalmente un massimo di 35 milioni di lire (pari a circa 18000 euro) sul costo effettivo della propria vettura e detrarre l’iva su un massimo di 17,5 milioni di lire (pari a circa 9000 euro).
Immatricolando la stessa vettura come AUTOCARRO e’ invece possibile detrarre fiscalmente l’INTERO COSTO del veicolo,comprensivo inoltre di ogni manutenzione tecnica oltre a tutte le spese riguardanti il carburante,gli pneumatici ed altre spese varie.

5) Quante persone possono viaggiare sull’autocarro?

Tutte quelle,senza limitazioni, indicate sulla carta di circolazione fino a 5 a seconda della vettura.

6) E’ vero che per trasportare passeggeri su un autocarro occorre un’autorizzazione specifica da parte della motorizzazione civile secondo quanto indicato dal codice della strada?

NO,l’autorizzazione a cui si fa riferimento deve essere richiesta solo se, in particolare situazioni di emergenza od attinenti al lavoro sia necessario trasportare passeggeri sul cassone o nel vano del veicolo normalmente adibiti al trasporto delle cose.

7) Un privato puo’ utilizzare il proprio autocarro per andare in vacanza con la famiglia (trasportando magari delle cose,quali sci od altro nel cassone o nel vano adibito)?

CERTO,nessuna norma lo proibisce in quanto il privato effettua un trasporto di “cose proprie” per le quali,in base agli articoli 82 ed 83 del cds non e’ richiesta alcuna autorizzazione speciale.

8) E’ vero che i bambini non possono viaggiare sugli autocarri?

NO,tale affermazione pare quanto meno scorretta e tendenziosa.proprio il cds , pensando,come doveroso alla sicurezza dei bambini,prevede all’art 172 comma 4 che “i passeggeri sino a dodici anni possono occupare i posti anteriori delle categorie di veicoli M1 ed N1 solo se trattenuti da idonei sistemi di ritenuta (che sarebbero poi le cinture). Per sapere quali sono i veicoli delle categorie M1 ed N1 basta consultare il cds all’art 47 dove si dice che N1 sono i veicoli destinati al trasporto di cose aventi massa massima non superiore a 3,5 ton (ossia i nostri AUTOCARRI).

9) E’ vero che gli autocarri non possono circolare la domenica?

NO,e’ assolutamente falso.Le limitazioni al traffico nei giorni festivi degli autocarri o di altre tipologie di veicoli rappresentano un’eccezione legata a situazioni contingenti e non la regola.
Va inoltre chiarito che normalmente tali limitazioni riguardano gli autocarri,autotreni ed autoarticolati con massa superiore alle 7,5 tonnellate. Quindi gli autocarri leggeri,sia quelli sino a 3,5 ton,sia quelli sino a 6 ton possono regolarmente circolare.

Trade 4 Passion declina ogni responsabilità per un'uso e/o un'iterpretazione inesatta di quanto sopra riportato.
Lasciando ad ognuno l'onere di verifica. 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu